venerdì, 30 Luglio 2021
Home Cultura e Società Rionero, presentato il libro ‘’Il ritratto dell’anima’’ scritto dalla giovane scrittrice Carmen...

Rionero, presentato il libro ‘’Il ritratto dell’anima’’ scritto dalla giovane scrittrice Carmen Piccirillo

Nel tardo pomeriggio di sabato 10 luglio, presso la suggestiva location del Parco delle Cantine di Rionero, si è svolta la presentazione del libro ‘’Il Ritratto dell’Anima’’ scritto dalla giovane scrittrice rionerese Carmen Piccirillo. La 29enne scrittrice di Rionero rappresenta ormai una giovane promessa della letteratura lucana grazie al suo straordinario talento per la scrittura attraverso il quale riesce ad esternare in modo originale il suo essere interiore e a colpire i suoi tanti lettori con la sua grande competenza e professionalità nello scrivere le sue opere. L’evento, come già detto, si è tenuto presso il Parco delle Cantine grazie alla grande sensibilità e ospitalità mostrata dalla locale associazione culturale Santa Maria di Rivonigro molto attiva sia nella promozione di eventi culturali di questo tipo e sia di altre lodevoli iniziative come solidarietà e volontariato e che ha la sua sede operativa proprio presso questa suggestiva location della cittadina fortunatiana. Presente una buona cornice di pubblico tra cui anche varie personalità di spicco dell’ambito della cultura locale. Oltre all’autrice del libro, al tavolo dei relatori erano presenti e sono intervenuti: l’assessore alla Cultura del Comune di Rionero rag. Mauro Tucciariello per i saluti istituzionali; il presidente dell’associazione culturale Santa Maria di Rivonigro dott. Michele Melchionda che nelle vesti di ospitante dell’evento è intervenuto durante il dibattito; il Dirigente Scolastico Emerito prof. Michele Pinto e il giornalista ins. Michele Traficante hanno analizzato ed espresso il proprio parere positivo sul contenuto del libro; la Docente in Lingue e Letterature Straniere dott.ssa Angela De Nicola e l’editore Giovanni Marino che hanno interloquito con l’autrice;  l’artista Armando Grieco che ha esposto uno dei suoi quadri che più si ispira al contenuto del libro; la dott.ssa Fortunata Libutti che ha letto alcuni dei racconti più salienti contenuti nel libro mentre il giornalista Francesco Preziuso ha svolto il ruolo di coordinatore e moderatore del dibattito. Interventi importanti quelli dei vari relatori intervenuti che, oltre ad esprimere il loro ottimo giudizio sul contenuto del libro, hanno evidenziato positivamente, mettendo in risalto, i vari aspetti caratteriali dell’autrice come sincerità, sensibilità, emotività, riflessività, coerenza, lealtà e onestà che poi si rispecchiano inequivocabilmente nel contenuto del libro stesso. Un volume, ‘’Il Ritratto dell’Anima’’, composto da 24 racconti monoepisodici attraverso i quali, come già detto, si evince la personalità dell’autrice che, al tempo stesso, vuole lanciare attraverso i suoi scritti vari moniti importanti e sempre indispensabili nella vita come la tenacia e l’inarrendevolezza nel darsi la forza per superare i momenti di difficoltà e ritrovare la serenità, l’obiettivo di perseguire un sogno dando il meglio di se per realizzarlo, il convincimento che nulla è impossibile nella vita se ci si crede fermamente in qualcosa e soprattutto la determinazione nel credere molto in se stessi. Nonostante la giovane età Carmen Piccirillo riesce a conciliare la passione per la scrittura a quella per il giornalismo perseguendo al tempo stesso anche una forte passione sia per l’arte e sia per la cultura in generale vista la sua frequente e costante pubblicazioni di libri a cui, oltre al già menzionato ‘’Il Ritratto dell’Anima’’, si aggiunge anche l’ultimissimo volume ‘’Riflessioni e Versi’’ che sarà prossimamente presentato ed ancora un’altra interessante opera il cui titolo e contenuto è ancora top secret. Una giovane ed emergente scrittrice che si sta facendo conoscere ed apprezzare nell’ambito della letteratura di Basilicata e che al tempo stesso con questi prestigiosi risultati ottenuti onora nel modo migliore anche la memoria del suo caro papà Vittorio, stimato docente di musica e compositore, che tanto si è prodigato in ambito musicale e culturale per la crescita della comunità rionerese. Inoltre, proprio a settembre di quest’anno, ricorrerà il decimo anniversario della scomparsa dell’indimenticato prof. Piccirillo e tutto il popolo rionerese ricorderà con affetto e commozione una grande personalità che ha scritto una pagina importante nella storia di questa cittadina.

Francesco Preziuso

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

ULTIMI ARTICOLI INSERITI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi