venerdì, 17 Settembre 2021
Home Opinioni e Approfondimenti Messaggio cristiano, migranti

Messaggio cristiano, migranti

La parabola della pecorella smarrita

Ripeterla? Non serve tanto è conosciuta, per merito dei nostri sacerdoti che spesso la evocano. Siamo informati che il pastore va a cercare la pecorella smarrita dopo aver messo al sicuro tutte le altre pecore del gregge. Noi abbiamo il dovere di avvicinare e riavvicinare a noi chi smarrisce la strada della rettitudine dopo esserci accertati che gli altri fedeli dei quali ci prendiamo cura sono al sicuro, cioè che non hanno più bisogno di una guida, che hanno acquisito tanta padronanza e tanta consapevolezza da resistere agli attacchi del male. Bene. Assicuriamocene prima, altrimenti nel tentativo, neanche tanto certi dell’esito, di recuperare una persona smarrita, della nostra o di altre religioni o di chi non ha fede, rischiamo di perderne cento e mille altre ancora. Consolidiamo chi è già nella cristianità, chi ha già una sua precisa consapevolezza antropologica. Quando ne abbiamo certezza facciamo ciò che è in nostro dovere e in nostro potere.

(p.t.)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

ULTIMI ARTICOLI INSERITI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi